RUSSIA, VIETATI I MANGIMI PROVENIENTI DALLA CINA

RUSSIA, VIETATI I MANGIMI PROVENIENTI DALLA CINA

31
CONDIVIDI
mucche.jpg

Dal 14 dicembre, il Rosselkhoznadzor (autorita’ di vigilanza fitosanitaria e veterinaria) ha vietato la consegna di tutti i tipi di mangimi e additivi per mangimi per gli animali provenienti dalla Cina. Lo riferisce l’agenzia d’informazione “Interfax”, citando una nota dell’agenzia federale. La decisione e’ stata presa per impedire l’introduzione di elementi di contagio della peste suina africana dalla Cina. Le eccezioni sono additivi di sintesi chimica e microbiologica e mangimi pronti che siano stati elaborati secondo tecnologie che garantiscono la distruzione del patogeno. Il Rosselkhoznadzor ritiene che la diffusione costituisca un alto rischio nelle regioni dell’Estremo Oriente della Federazione Russa, dove esistono numerosi allevamenti suini di grandi dimensioni. Ad agosto, un primo focolaio e’ stato registrato in Cina. Per questo motivo, il governo cinese ha introdotto un secondo livello di risposta alle emergenze. L’area contaminata e’ stata isolata e gli individui infetti macellati e distrutti.

Commenti

commenti