EMILIA-ROMAGNA, 10 MILIONI PER BIODIVERSITÀ E PAESAGGIO

EMILIA-ROMAGNA, 10 MILIONI PER BIODIVERSITÀ E PAESAGGIO

14
CONDIVIDI

Poco meno di 10 milioni di euro per la gestione di zone umide, boschetti, corridoi ecologici, la salvaguardia del paesaggio agrario, il sequestro di carbonio nei suoli, la difesa delle razze animali autoctone e delle varietà antiche. Sono le risorse stanziate dal nuovo Psr, Piano di sviluppo rurale 2014-2020, e messe a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna attraverso 5 diversi bandi destinati ad aziende agricole e altre realtà che gestiscono e curano animali autoctoni. Gli interventi saranno finanziati attraverso la Misura 10 ‘Pagamenti agro-climatico-ambientali’ e dovranno essere realizzati a partire dal 1^ gennaio 2019. Dovranno riguardare il sostegno della biodiversità animale e vegetale di interesse agrario, il ritiro dei seminativi a scopo ambientale, il mantenimento del paesaggio agrario e l’agricoltura conservativa. Le domande potranno essere presentate online fino al 31 gennaio 2019 attraverso i sistemi Agrea, l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura. “Tutelare le razze autoctone e la biodiversità è una priorità non solo culturale, ma anche ambientale ed economica – sottolinea l’assessore regionale all’Agricoltura, Simona Caselli -. Con questi bandi valorizziamo e sosteniamo il lavoro degli agricoltori e di tutti coloro che, operando in un settore importante per la nostra economia, hanno anche un ruolo strategico nella salvaguardia del nostro territorio e dell’ambiente”.

Commenti

commenti