FIRENZE, A CASA 70 TAGLIOLE E ANIMALI IMBALSAMATI. DENUNCIATO BRACCONIERE

FIRENZE, A CASA 70 TAGLIOLE E ANIMALI IMBALSAMATI. DENUNCIATO BRACCONIERE

359
CONDIVIDI
caccia.png

Circa 70 tagliole per mammiferi, 2.200 cartucce, 17 esemplari di specie protette (16 pettirossi e una cinciallegra) conservati in un congelatore, munizioni da guerra, coltelli, una sciabola e oltre 60 animali imbalsamati appartenenti a specie protette. E’ quanto sequestrato dai carabinieri forestali nell’abitazione e nel fienile in uso a un bracconiere, residente in provincia di Firenze. L’uomo e’ stato denunciato tra l’altro per i reati di uccisione di animali, detenzione illecita di armi e munizioni, e per aver effettuato attivita’ di uccellagione con l’impiego di trappole a scatto, illecite in Italia. Le perquisizione e’ scattata dopo che ieri l’uomo e’ stato sorpreso dai carabinieri forestali mentre recuperava un pettirosso rimasto prigioniero di una delle cinque tagliole illegali che erano state piazzate in una zona di campagna nel comune di Calenzano (Firenze). I militari si erano appostati nell’ambito di indagini nate dalla querela di un cittadino, che nei giorni scorsi si e’ presentato in caserma denunciando l’uccisione del proprio gatto, rimasto prigioniero di una trappola illegale.

Commenti

commenti