ROMA, ASL FERMA GLI INGRESSI NEL CANILE DI MURATELLA

ROMA, ASL FERMA GLI INGRESSI NEL CANILE DI MURATELLA

1224
CONDIVIDI

Un alto rischio contagio tra animali e l’impossibilità di gestire correttamente i “casi clinici”: come riporta IlTempo.it sono queste le ragioni che hanno costretto l’Asl della Capotale a fermare i nuovi ingressi di animali nel canile di Muratella. Secondo l’Azienda sanitaria locale la responsabilità sarebbe di Roma Capitale, che non avrebbe «provveduto a individuare e allestire presso il canile idonei locali da adibire a gattile sanitario così come stabilito dal protocollo», firmato nell’agosto del 2017 tra il dipartimento Ambiente e l’Asl Roma 3. Come ha scritto il responsabile del dipartimento prevenzione dell’Asl – riportato sempre da IlTempo.it – «non consente le operazioni di sanificazioni corrette, non eseguibili, peraltro, a causa della mancanza delle attrezzature e dei presidi necessari alle stesse». Non solo: «Considerato il conseguente ed elevato rischio di contagio di animali di nuovo ingresso (…) – prosegue il dirigente – e vista anche l’indisponibilità di locali idonei destinati all’isolamento di cani e gatti infetti e sospetti infetti», si dispone «il blocco dei nuovi ingressi presso la struttura e l’invio per il ricovero presso strutture veterinarie di tutti i casi di accertata malattia infettiva trasmissibile».

Commenti

commenti