GERMANIA, CANE PIGNORATO E VENDUTO SU EBAY: SCOPPIA LA POLEMICA

GERMANIA, CANE PIGNORATO E VENDUTO SU EBAY: SCOPPIA LA POLEMICA

338
CONDIVIDI
carlino.png

La decisione di un’amministrazione locale tedesca di pignorare il cane di una famiglia indebitata e di metterlo all’asta su eBay ha scatenato una tempesta polemica che si prepara ad approdare in tribunale. Michaela Jordan, acquirente del cane, anzi della cagnetta di razza carlino, ha annunciato di aver presentato ricorso contro le autorità municipali di Ahlen per “frode”. La cagnetta di nome Edda è stata sequestrata alla fine del 2018 a una famiglia che non aveva pagato i debiti con l’amministrazione municipale. Un dipendente del comune l’ha messa in vendita su eBay usando un profilo personale e l’ha venduta per 690 euro, cifra che è stata versata nelle casse comunali. Nell’annuncio l’animale veniva descritto come sano, vaccinato e sverminato, ma secondo l’acquirente Edda ha vari problemi di salute, tra cui una ferita a un occhio che necessita di un intervento chirurgico. “Erano tutte bugie” ha dichiarato Jordan, il cui legale ha depositato ricorso contro la città di Ahlen giovedì scorso. La strana vicenda ha catturato l’attenzione della Germania, paese notoriamente amante degli animali domestici. Nel weekend una portavoce del ministero degli Interni del land del Nordreno-Vestfalia ha spiegato che gli animali possono essere pignorati se i loro padroni sono insolventi, ma gli animali domestici sono essenzialmente esentati. La portavoce ha anche sottolineato che i beni pignorati vanno messi all’asta pubblicamente e non venduti su eBay attraverso un profilo privato. Tra le lamentele indignate, le autorità cittadine di Ahlen hanno detto che sono pronte ad annullare la vendita “se le parti coinvolte sono d’accordo”.

(Carlino in una foto di repertorio)

Commenti

commenti