ROMA, OIPA TROVA NOVE CANI IN CONDIZIONI DEGRADATE

ROMA, OIPA TROVA NOVE CANI IN CONDIZIONI DEGRADATE

737
CONDIVIDI

Nove cuccioli di cane e una mamma sono stati trovati nel degrado totale dalle Guardie Zoofile dell’Oipa di Roma in zona Laurentina. Le Guardie Zoofile dell’Oipa capitolina, durante un controllo per la prevenzione e la repressione degli abbandoni, si sono trovati di fronte ad uno scenario di randagismo e di riproduzione incontrollata, oltre che di degrado con presenza di rifiuti di ogni genere. Numerosi cani adulti e cuccioli in condizioni non esattamente idonee ed in gravi difficolta’ di sopravvivenza per malnutrizione e patologie cutanee. I controlli effettuati nelle vicinanze di un’azienda agricola, lasciano pensare che i cani siano riconducibili a pastori con pochi scrupoli e riguardi nei confronti dei cani utilizzati per il lavoro, fenomeno ricorrente e tristemente noto. Rinvenuta anche una gabbia trappola per la cattura di cinghiali ed altri grandi animali, piazzata ovviamente da bracconieri. Intervenuta sul posto su richiesta delle Guardie Zoofile, una pattuglia dei Carabinieri del Comando Stazione di Tor de Cenci i quali hanno interessato i colleghi Forestali. I cani risultati privi di microchip e dei quali ovviamente nessuno ne ha rivendicato la proprieta’, si aggiravano tra cumuli di immondizia, infestati da fastidiosi baccelli spinosi, non tutti si sono fatti avvicinare purtroppo. L’evoluzione naturale dell’abbandono, specialmente in zone rurali, provoca il fenomeno dell’inselvatichimento dei cani, fenomeno che si accentua con le generazioni successive, che perdendo il contatto con l’uomo da cui non hanno piu’ alcuna dipendenza, ne’ alimentare ne’ affettiva, sono destinati ad vita di stenti e spesso ad una morte precoce. I cagnolini, appartenenti a due diverse cucciolate ed una mamma, viste le condizioni indecenti e la necessita’ di cure immediate, sono cosi’ stati prelevati dal servizio veterinario della Asl Roma 2 e condotti al canile sanitario. I cani, bellissimi, sono tutti adottabili presso il canile comunale di Roma in via della Magliana 856H. Cosi’ in un comunicato l’Oipa.

Commenti

commenti