SICILIA, INCONTRO ASSESSORE-VETERINARI SUL RANDAGISMO

SICILIA, INCONTRO ASSESSORE-VETERINARI SUL RANDAGISMO

55
CONDIVIDI

Dal randagismo alla necessita’ di prevedere anche in Sicilia il percorso internazionale del cosiddetto ‘one health’, cioe’ la prospettiva di immaginare accomunate, pur nelle legittime ed ovvie distinzioni, la medicina umana e quelle veterinaria. Sono i temi di un incontro a Catania, tenuto nella sede del Palazzo della Regione, a cui hanno partecipato l’assessore alla Salute, Ruggero Razza e i presidenti provinciali dell’Ordine dei medici veterinari. L’assessore Razza si e’ soffermato sulle linee guida relative alla legge sul randagismo e sull’opportunita’ di apportarne delle modifiche migliorative, considerato che la normativa vigente risale al 2000. Si e’ discusso anche dei disagi causati dalla blue tongue e delle criticita’ che scaturiscono, specie in alcuni territori, dalla brucellosi. I veterinari hanno anche segnalato all’assessore la necessita’ di individuare una soluzione per gli specialisti ambulatoriali in servizio nelle Asp che operano a prestazione. Il presidente della Federazione regionale degli Ordini dei medici veterinari, Nicola Barbera ha ritenuto ‘particolarmente proficuo’ l’incontro con Razza auspicando ‘la risoluzione di problemi decennali’. L’assessore alla Salute, infine, ha proposto ai rappresentanti degli Ordini l’idea di organizzare in Sicilia gli stati generali della veterinaria, un appuntamento che potrebbe mettere per la prima volta allo stesso tavolo anche tutte le organizzazioni che si occupano delle esigenze degli animali e per sviluppare con altri esperti di settore proprio il concetto di ‘one health’.

Commenti

commenti