LIPU: 40 ANNI DI DIRETTIVA UCCELLI, DECINE LE SPECIE SALVATE

LIPU: 40 ANNI DI DIRETTIVA UCCELLI, DECINE LE SPECIE SALVATE

351
CONDIVIDI

“Il 2 aprile del 1979 nasceva a Bruxelles la direttiva Uccelli, la legge comunitaria che ha cambiato la storia della conservazione della natura in Europa e che tuttora, assieme alla direttiva Habitat, rappresenta il pilastro fondamentale per la tutela della biodiversita'”. Lo ricorda la Lipu-BirdLife Italia nel giorno del 40esimo anniversario della direttiva, annunciando una serie di eventi celebrativi che si svolgeranno a Milano, al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci nel mese di maggio. “La direttiva Uccelli ha avuto un impatto fortissimo sulla conservazione della natura, sotto il profilo sia tecnico che culturale – afferma Danilo Selvaggi, direttore generale della Lipu-BirdLife Italia – Grazie alla direttiva, la protezione degli uccelli e’ diventata una questione prioritaria e trasversale, da affrontare superando le tradizioni piu’ retrograde (si pensi all’uccellagione, alle cacce durante la migrazione degli uccelli o alle forme di persecuzione dei rapaci, ritenuti portatori di malaugurio) e guardando agli innumerevoli legami che uniscono gli uccelli agli habitat, all’agricoltura, alle pratiche umane, alla cultura”. Grazie alla direttiva, 5.646 Zone di protezione speciale sono state create in tutta Europa, 500 specie di uccelli nidificanti o svernanti presenti in Europa protette e molte di loro sono state salvate dall’estinzione. Gli Stati membri hanno recepito in buona parte le previsioni della direttiva, come ha fatto l’Italia con la legge 157 del 1992, il regolamento di attuazione della direttiva Habitat (che recepisce anche la direttiva Uccelli) e il decreto Rete Natura 2000, oltre che la designazione di oasi e 613 Zone di protezione speciale.

Commenti

commenti