ANIMALI VIVI IN PALIO AL LUNA PARK, A LIVORNO SCATTA LA PROTESTA

ANIMALI VIVI IN PALIO AL LUNA PARK, A LIVORNO SCATTA LA PROTESTA

70
CONDIVIDI
pappagallo.jpg

La Lipu e la Lav all’attacco: “Ignorati due divieti in vigore”

Pesci rossi, bengalini, cocorite e tartarughe. Ecco gli animali in palio anche quest’anno al luna park di Livorno nei giorni scorsi. Ma questa orribile usanza non è tollerata dalla Lav (Lega antivivisezione) e dalla Lipu (Lega italiana protezione uccelli) che hanno denunciato questa pratica illegale, oltre ad aver segnalato il caso alle autorità. Lo riferisce la stampa locale.
Le due associazioni hanno riferito che le povere bestiole sono state messe sui banchi del parco giochi nonostante fossero in vigore due divieti: il Regolamento comunale approvato nel 2007 e la Legge regionale n. 59 del 2009.
Lunedì 9 sono arrivate diverse telefonate al centralino dei vigili urbani livornesi. A chiamare non solo i volontari della Lipu e della Lav, ma anche i cittadini. Malgrado queste segnalazioni, le due associazioni fanno sapere che nessuna pattuglia dei vigili è stata mandata al luna park.
“Ci chiediamo – scrivono Cecilia Giorgetti, delegata Lipu, e Marco Orfano della Lav – lo scopo di approvare un Regolamento comunale se questo non viene sistematicamente rispettato, visto che il Comune è a conoscenza con largo anticipo di tutte le attività che saranno presenti durante il periodo di permanenza del luna park e dà loro tutti i permessi”.

Commenti

commenti