LOMBARDIA, GOVERNO IMPUGNA LA LEGGE SU SEPOLTURA CON ANIMALI

LOMBARDIA, GOVERNO IMPUGNA LA LEGGE SU SEPOLTURA CON ANIMALI

100
CONDIVIDI
canefunebre2.jpg

Il Governo ha deciso di impugnare davanti alla Corte Costituzionale la recente riforma lombarda dei servizi necroscopici, funebri e cimiteriali che introduce numerose norme in materia di polizia mortuaria e attivita’ funebri. Varie le norme aggiunte alla precedente legge regionale ritenute incostituzionali sotto diversi aspetti. Tra queste anche quella che introduce la possibilita’ di tumulare gli animali d’affezione nello stesso loculo del defunto o nella tomba di famiglia. “Una facolta’ assolutamente estranea alla normativa statale in materia”, si legge nella delibera del Cdm di ieri e che “contrasta in particolare con l’art. 50 del citato Dpr (285/1990, ndr), secondo il quale nei cimiteri sono ricevuti, quando non venga richiesta altra destinazione, i cadaveri delle sole persone”.
E’ gravissimo che il Governo abbia voluto impugnare la nostra legge sui servizi funerari e cimiteriali”. Lo dichiara l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera, annunciando che gli uffici della Regione “stanno gia’ analizzando le contestazioni e preparando il contro ricorso per ribadire la correttezza dell’impostazione di una legge innovativa e coraggiosa”. Per Gallera “la visione centralista di chi ha redatto l’impugnativa rischia di impedire di fatto alla Lombardia di normare in modo significativo proprio gli aspetti piu’ delicati che riguardano la morte di una persona e tutte le attivita’ ad essa strettamente connesse”.

Commenti

commenti