UE, WWF: CONSUMA IL 20% DELLA BIOCAPACITÀ MONDIALE

UE, WWF: CONSUMA IL 20% DELLA BIOCAPACITÀ MONDIALE

207
CONDIVIDI

Secondo il nuovo Rapporto del WWF e Global Footprint Network, che viene lanciato oggi: domani 10 maggio 2019 sara’ l’Overshoot Day per l’Europa: la data entro la quale, considerato il nostro stile di vita, i cittadini e le cittadine europee possono considerare di aver esaurito il budget di natura a loro disposizione. E questo un forte messaggio che il WWF lancia ai capi di Governo e di Stato europei che oggi sono riuniti a Sibiu (in Romania) per il Summit informale del Consiglio europeo in cui si discute del futuro dell’Europa. Bisogna, ricordare, infatti, che nonostante la popolazione europea rappresenti solo il 7% di quella globale, l’Unione Europea usa il 20% della biocapacita’ (la capacita’ degli ecosistemi di rinnovarsi) del pianeta. La nostra societa’ e’ fondata su quanto viene fornito dalla natura: cibo, fibre, legname, capacita’ di assorbimento del carbonio e terreni dove poter costruire infrastrutture. Tuttavia, se tutte le persone in tutto il mondo condividessero lo stesso stile di vita di cui godiamo nell’Unione Europea, avremmo gia’ sfruttato tutta la capacita’ che gli ecosistemi hanno di rinnovarsi durante l’anno in corso gia’ domani, venerdi’ 10 maggio, mentre per l’Italia, nonostante la profonda crisi della nostra economia dal 2008 in poi e la recente recessione, l’Overshoot Day cadra’ soli 5 giorni dopo, il 15 maggio. Cio’ significa che, a questi ritmi, sarebbero necessarie 2,8 Terre per sostenere la domanda di risorse naturali richieste dal livello del consumo medio del cittadino europeo. Infatti l’impronta ecologica pro capite – cioe’ l’ammontare di risorse naturali terrestri e marine consumate da ognuno/a di noi dell’Unione Europea e’ la piu’ alta del pianeta insieme a quella degli Stati Uniti. Per questi motivi in vista delle prossime elezioni europee (che si svolgeranno in Italia il 26 maggio 2019) il WWF ha rivolto un Appello a tutti i leader europei e ai rappresentati delle forze politiche dei 28 Paesi Membri dell’Unione Europea per stilare un Patto europeo per la Sostenibilita’ che contempla obiettivi e azioni sui cambiamenti climatici, la tutela della natura e lo sviluppo sostenibile per i prossimi cinque anni di legislatura comunitaria, con il fine di far diminuire l’impronta ecologica dell’Unione Europea, in modo che non solo siano rispettati gli impegni derivanti dall’Accordo di Parigi sul clima, ma per proteggere la stabilita’, la sicurezza e la prosperita’ europea a lungo termine.

Commenti

commenti