CALOLZIOCORTE (LC), GRANDE SUCCESSO PER IL DOG SHOW DELLA LEIDAA

CALOLZIOCORTE (LC), GRANDE SUCCESSO PER IL DOG SHOW DELLA LEIDAA

135
CONDIVIDI

Di taglia piccola, media o grande, ma tutti simpaticissimi: sono stati tanti i partecipanti al Dog Show della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, andato in scena oggi nella storica cornice del Monastero di Santa Maria del Lavello di Calolziocorte (Lecco). Madrina d’eccezione l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente dell’associazione, che ha presentato tutte le decine di meravigliosi concorrenti a quattro zampe intervenuti alla manifestazione.

L’evento è cominciato in mattinata, con le iscrizioni aperte per tutti i cani, di razza o meticci, dalle 9,30 alle 14, affiancate da un banchetto informativo della LEIDAA. “La nostra associazione – ha dichiarato l’on. Brambilla – è riconosciuta dal ministero dell’Ambiente e dal ministero della Salute, ed è stata fondata diciannove anni fa per combattere l’odiosa piaga del randagismo in tutta Italia, con sterilizzazioni e adozioni, per portare avanti battaglie contro la vivisezione, lo sfruttamento degli animali nei circhi e negli zoo. In una frase per proteggere gli animali a trecentosessanta gradi”.

La sfilata vera e propria, cominciata alle 15, ha avuto una giuria d’eccezione formata da rappresentanti dalle associazioni LEIDAA e Lega Nazionale per la Difesa del Cane, rappresentanti della stampa, veterinari ed esperti del settore. Ogni cane, come un divo che si rispetti, ha sfilato su un vero e proprio “red carpet” insieme al proprio compagno di vita. Tutti hanno ricevuto un bel riconoscimento (un kit con cibo e prodotti per animali), mentre una medaglia è andata ai primi classificati delle categorie “mini”, “medi” e “maxi” e ai primi classificati nelle categorie speciali: “il bullo”, dedicata al cagnolone più sbarazzino, “la pupa”, alla più dolce e poi lo “smilzo”, il “pacioccone”, il “baby”, il “nonnetto” più simpatico, e il “mesedoz” (il “pasticciato”), termine dialettale che identifica l’incrocio di più razze. Stesso premio al vincitore della categoria “Green Hill”, beagle salvato dalla nota struttura di Montichiari (Brescia) che allevava cani destinati alla sperimentazione animale, chiusa dopo una lunga e aspra battaglia portata avanti in prima persona proprio dall’on. Brambilla.

Di seguito la lista completa dei vincitori

Categorie principali:

Mini: 3° Chanel, accompagnata da Lucia Colombo; 2° Olympia, accompagnata da Giovanna Mazzoleni; 1° Zeus, accompagnato da Ezio Mazzoleni

Medi: 3° Kendy, accompagnata da Gianmario Bonanomi; 2° Floyd, accompagnato da Manuela Batassa; 1° Sky, accompagnata da Angelica Ghezzi

Maxi: 3° Elle, accompagnata da Edda Rigamonti; 2° Niky, accompagnata da Marco Romeri; 1° Telchi, accompagnato da Franco Milani

Categorie speciali:

Bullo: King, accompagnato da Nadia Rigamonti

Pupa: Lady, accompagnata da Lorena Crimella

Smilzo: Arer, accompagnato da Silvana Ripamonti

Pacioccone: Lucky, accompagnato da Stella Maggioni

Baby: Cherie, accompagnata da Laura Contoi

Nonnetto: Manny, accompagnato da Giulia Ghezzi

Mesedoz: Alba, accompagnata da Virgilia Fiorini

Green Hill: Chloe, accompagnata da Giovanna Caronti

Commenti

commenti