ROMA, PELONZI: AREE CANILE MURATELLA CHIUSE PER MALATTIE INFETTIVE

ROMA, PELONZI: AREE CANILE MURATELLA CHIUSE PER MALATTIE INFETTIVE

225
CONDIVIDI

“Numerosi settori delle gabbie del canile rifugio Muratella sono stati chiusi oggi per la presenza di malattie infettive ed anche i gatti sospetti infettivi sono stati spostati nella sala in cui sono ricoverati gli animali appena operati: ecco i risultati della ambigua politica della Giunta Raggi che si occupa dianimali solo a parole e non nei fatti”. Cosi’ in una nota Giulio Pelonzi, capogruppo Pd in Assemblea capitolina. “Dopo i numerosi decessi – prosegue -, di cui siamo venuti a conoscenza nelle scorse settimane, per malattia infettiva, per cui sono morti anche cani sequestrati per maltrattamenti e cani di proprieta’; dopo le denunce presentate alla Procura della Repubblica ed ai Nas dai consiglieri capitolini di Fratelli d’Italia; dopo i nostri accessi agli atti, che hanno dimostrato come la divisione tra canile sanitario e canile rifugio sia inesistente sia formalmente che materialmente, la notizia di oggi e’ che, a causa di una nuova ondata infettiva, sono stati chiusi i settori delle gabbie del canile rifugio e i gatti malati infettivi sono stati spostati in quella che e’ una sala utilizzata dopo la chirurgia, per ricoverare i cani e i gatti appena operati. Il tutto a causa della scriteriata chiusura delle sale degenza presenti a Muratella e della loro mancata ristrutturazione. Decine di animali vengono ricoverati verso cliniche private esterne, purtroppo spesso con esito infausto, a spese della collettivita’, in conseguenza alla mancanza di un reparto di quarantena a Muratella per gli infettivi. Il castello di carta del ‘ripristino della legalita”, tanto sbandierato dal Movimento 5 stelle romano nei canili comunali di Roma – conclude il capogruppo dem – si sta sgretolando sotto i colpi della realta’: il benessere degli animali a Roma non e’ mai stato ad un livello cosi’ basso”.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti