VENEZIA, NAVE DA CROCIERA TAMPONA BATTELLO: 5 FERITI E POLEMICHE

VENEZIA, NAVE DA CROCIERA TAMPONA BATTELLO: 5 FERITI E POLEMICHE

122
CONDIVIDI
grandinavi.jpg

La collisione avvenuta questa mattina alle 8,30 circa tra una grande nave da crociera, MSC Opera, e un battello turistico nel canale della Giudecca riapre a Venezia la polemica sul traffico marittimo in Laguna. Il bilancio dell’incidente, al momento, e’ di cinque persone ferite.
Quattro dei feriti erano a bordo del traghetto turistico che era ormeggiato lungo il canale della Giudecca in procinto di partire per una mini-crociera alle ville venete lungo il Brenta. Uno dei feriti era, invece, a bordo della nave “Opera” della compagnia Msc crociere, che stava accostando in banchina per ormeggiarsi. La nave era spinta da due rimorchiatori che – a quanto risulta dalle prime indagini – hanno avuto problemi a causa della corrente. La nave “Opera” ha praticamente “tamponato” il battello turistico affollato di persone in attesa di partire per il tour alle ville venete.
“E’ l’ennesima dimostrazione – afferma il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro – che non e’ piu’ pensabile che nel canale della Giudecca debbano passare le grandi navi. L’abbiamo detto da 8 anni, e chiediamo immediatamente l’apertura del Vittorio Emanuele, il canale alternativo per l’arrivo in marittima. Ho sentito il ministro Toinelli, e’ aggiornato sulla situazione, sta cercando soluzioni che adesso aspetteremo. Adesso urgentemente dobbiamo far si’ che le navi non passino piu’ davanti a San Marco”.
Secondo la compagnia di navigazione MSC, Msc Opera in manovra di avvicinamento al terminal Vtp per l’ormeggio ha avuto un problema tecnico – sono le parole di Msc in un comunicato -. La nave era accompagnata da due rimorchiatori e ha urtato la banchina all’altezza di San Basilio. Contestualmente si è verificata una collisione con il battello fluviale”.
Sulle grandi navi a Venezia il tavolo istituzionale per decidere cosa fare è da tempo in corso. Lo fanno sapere fonti del Mit dopo l’ incidente di oggi. I ministri interessati si vedranno a breve scadenza per tirare le somme sulle opzioni individuate per una soluzione definitiva che, si apprende, potrebbe arrivare entro il mese di giugno. E’ previsto di allontanare le grandi navi da crociera dal canale della Giudecca e da San Marco.

Commenti

commenti