CINA, SEMPRE DI PIU’ GLI ANIMALI DOMESTICI ALLA DOGANA DI SHANGHAI

CINA, SEMPRE DI PIU’ GLI ANIMALI DOMESTICI ALLA DOGANA DI SHANGHAI

29
CONDIVIDI

Sono sempre di piu’ gli animali domestici che entrano in Cina attraverso l’aeroporto di Shanghai Pudong grazie a una procedura semplificata di permessi introdotta a partire dal primo maggio in tutto il Paese. Lo hanno riferito ieri le autorita’ doganali. Al 31 maggio, secondo i dati dell’ufficio, erano stati 311 gli animali domestici che avevano fatto ingresso nel Paese attraverso l’aeroporto, in aumento del 144% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Sono stati infatti i due terzi degli animali introdotti a poter evitare la quarantena in isolamento durante l’ispezione all’aeroporto. Per usufruire della procedura agevolata, gli animali devono essere dotati di chip validi o accompagnati certificati di quarantena e documenti che garantiscano la presenza di anticorpi alla rabbia prodotti da laboratori riconosciuti. Gli animali domestici che sono entrati in Cina attraversando una dogana che disponga di una struttura per la quarantena dal primo maggio possono approfittare di una procedura di permesso piu’ facile. In precedenza, tutti gli animali dovevano essere isolati in quarantena per un periodo lungo dai sette ai trenta giorni. In Cina, ci sono sempre di piu’ gli animali domestici. Secondo alcune statistiche ufficiali, i cani tenuti in casa sono arrivati nel 2018 a quota 27,4 milioni, la cifra piu’ alta dopo Stati Uniti e Brasile.

Commenti

commenti