ISLANDA, MUTILANO SQUALO RARO E RIDONO: PESCATORI LICENZIATI

ISLANDA, MUTILANO SQUALO RARO E RIDONO: PESCATORI LICENZIATI

611
CONDIVIDI

Il video della bravata postato su Facebook è costato lavoro e faccia ai due pescatori islandesi che, con crudeltà infinita, hanno mozzato la coda a uno squalo della Groenlandia, specie rara, abbandonandolo a una lenta agonia. L’audio, davvero sconcertante: “Buona fortuna col nuoto, bastardo”, insieme con le risate e le penose immagini dello squalo che invano cerca di nuotare col moncone hanno scosso il mondo intero e una sollevazione sui social ha obbligato i proprietari della barca a chiudere ogni rapporto lavorativo con i due protagonisti di questa storiaccia. I quali, molto probabilmente, dovranno vedersela anche con la legge.

I commenti roventi sono piovuti da tutto il mondo. L’indignazione è unanime e non ha confini geografici. “Non ho mai visto una cosa così crudele in vita mia. Tutti facciamo degli errori ma quello che avete fatto voi è malvagità pura”, ha commentato l’attore statunitense Jason Momoa, tra i protagonisti del Trono di Spade e noto ambientalista, denunciando l’accaduto sui suoi canali. E gli stessi toni si leggono un poco ovunque: blog, profili Facebook, Instagram.

Gli squali della Groenlandia, noti come squali grigi, sono celebri perché vivono davvero a lungo, dai 300 ai 500 anni. Arrivano a misurare fino a sei metri e mezzo e a pesare fino a una tonnellata, il che li rende, nelle dimensioni, gemelli degli squali bianchi. Tuttavia i grigi, al contrario dei bianchi, non attaccano l’uomo.

Commenti

commenti