AREZZO, TAGLIÒ LA CODA AL CANE RUBATO. CONDANNATO

AREZZO, TAGLIÒ LA CODA AL CANE RUBATO. CONDANNATO

296
CONDIVIDI
setter.jpg

Condannato ad Arezzo a 1 anno e 7 mesi per aver tagliato la coda ad un cane, un setter, rubato alla legittima proprietaria e per aver poi picchiato i vigili urbani che vanno a riprendere il cane. Il condannato e’ un 46enne romeno imputato di maltrattamenti ad animali, resistenza e furto. I fatti risalgono a qualche tempo fa e sono avvenuti nel Valdarno aretino. Ora sono stati rievocati in tribunale ad Arezzo. Secondo la ricostruzione fatta in aula l’uomo aveva rubato il setter di proprieta’ di una valdarnese poi lo aveva sottoposto a maltrattamenti tagliandogli la coda. Scattato l’allarme, gli agenti sono andati a riprendere il cane ma l’uomo li malmeno’ rivendicando per se’ la proprieta’ del cane. I vigili ebbero ferite guaribili nel giro di alcuni giorni.

(Setter in una foto di repertorio)

Commenti

commenti