EOLIE (SICILIA), RECUPERATE 5 TONNELLATE DI “RETI FANTASMA”

EOLIE (SICILIA), RECUPERATE 5 TONNELLATE DI “RETI FANTASMA”

195
CONDIVIDI

Oltre cinque tonnellate di reti abbandonate, comunemente chiamate ‘reti fantasma’, sono state recuperate nel mare delle Isole Eolie da “Healthy Seas” e “Ghost Fishing” durante una missione di sei giorni nell’arcipelago siciliano in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani. L’evento e’ stato organizzato insieme all'”Aeolian Islands Preservation Fund” e a “Blue Marine Foundation”. Il progetto educativo ha anche coinvolto la Guardia Costiera con i sub ed oltre 130 bambini di Lipari e Vulcano, alunni degli Istituti Santa Lucia e Isa Conti, i sommozzatori locali e i pescatori. Le reti da pesca raccolte saranno bonificate da Nofir A.S. e inviate ad Aquafil. Combinate con altri materiali di scarto di nylon, saranno trasformate in un materiale riciclabile. “Cio’ permettera’ – ha detto la direttrice di “Aeolian Islands Preservation Fund” Ambra Messina – di creare nuovi prodotti come calze, articoli di abbigliamento sportivo, costumi da bagno e tappeti”.

Commenti

commenti