RIMINI, CANE AL CALDO SENZA CIBO E ACQUA. DENUNCIATO

RIMINI, CANE AL CALDO SENZA CIBO E ACQUA. DENUNCIATO

485
CONDIVIDI

Tenuto in box di lamiere, al caldo, con una corda al collo lunga solo mezzo metro, fissata a un masso di cemento e a un moschettone fisso, tanto che l’animale, un pitbull di quattro mesi, non poteva neanche girare su se stesso. Senza acqua, ne’ cibo il cane e’ stato salvato dalla Polizia di Stato di Rimini che ha fatto un controllo al parco Marecchia nei pressi di un circolo per anziani. Sul posto, gli agenti delle volanti della Questura, quelli del reparto prevenzione e crimine di Bologna e l’unita’ cinofila con il cane pastore ‘Irvin’ hanno perlustrato l’area, rintracciando sei stranieri irregolari. Di questi, uno e’ stato arrestato perche’ in possesso di 70 grammi di marijuana, gli altri cinque, di nazionalita’ senegalese, danese e nigeriana, saranno espulsi dall’Italia. Denunciato per maltrattamenti di animali anche il padrone del pitbull, un senegalese regolare, mentre il cucciolo di cane e’ stato rifocillato dagli agenti e poi consegnato al canile comunale.

Commenti

commenti