FERRARA, MOTOCROSS SULLA GOLENA DEL PO: DUE MULTATI

FERRARA, MOTOCROSS SULLA GOLENA DEL PO: DUE MULTATI

30
CONDIVIDI

Si sono finti operai di Hera che potavano alberi nella golena del Po, una zona di protezione speciale per gli uccelli migratori, dove nidificano. E cosi’ sono riusciti a incastrare, e multare, due motocrossisti che violavano l’area protetta, da tempo diventata una pista da cross. Con una operazione di “vecchia polizia”, indossando i panni di addetti Hera – e non quelli dei poliziotti provinciali – e fingendo di aprire un cantiere per la potatura, gli agenti sono riusciti a bloccare i motocrossisti e far scattare multe e provvedimenti: due di loro sono stati multati, gli altri sono riusciti a scappare ma verranno identificati. Le multe ai due motocrossisti in golena del Po a Pontelagoscuro sono il frutto di una lunga indagine della Polizia provinciale che ha fatto rispettare, semplicemente, il divieto di praticare motocross in questa zona perche’ vincolata a zona di protezione speciale, dove nidificano gli animali. Divieti che i motocrossisti riuscivano ad aggirare, scappando ai blitz della Polizia. Fino a quando gli agenti del comandante Claudio Castagnoli non sono ricorsi al trucco di mimetizzare l’auto di servizio e allestire il finto cantiere come se fossero uomini di Hera impegnati in un lavoro in golena di potatura piante, delimitando l’area con il classico nastro bianco e rosso. Ingannando i motocrossisti: non solo quelli multati, poiche’ dopo il tam-tam, da giorni non si sente piu’ nell’area il rombo dei motori.

Commenti

commenti