PISA, LADRI MASSACRANO DI BOTTE UN CANE: SALVATO IN EXTREMIS

PISA, LADRI MASSACRANO DI BOTTE UN CANE: SALVATO IN EXTREMIS

698
CONDIVIDI

Per pochi spiccioli non hanno esitato a massacrare di botte un cane di razza Epagneul Breton rimasto a terra tramortito e in fin di vita e salvato solo grazie al tempestivo intervento di una volante della polizia allertata da un vicino che ha sentito i rumori di un vetro infranto in una villetta di Tirrenia, sul litorale pisano. L’animale e’ stato immediatamente accompagnato e curato in un ambulatorio veterinario. L’episodio e’ avvenuto ieri sera. I ladri hanno preso di mira una villetta affittata da una famiglia di stranieri provenienti dall’est europeo e uscita dopo cena per una passeggiata lasciando il cane in giardino. Il vicino di casa ha sentito il rumore di un vetro mandato in frantumi e ha chiamato la polizia che ha immediatamente riconosciuto i segni del passaggio dei ladri, probabilmente messi in fuga proprio dall’arrivo degli agenti. Sul retro della casa i poliziotti hanno trovato il cane esanime davanti ad una porta di vetro infranta: evidenti i segni di percosse inferti all’animale fino quasi a ucciderlo. Hanno immediatamente chiamato lo studio veterinario piu’ vicino e il medico, benche’ fuori dall’orario di lavoro, ha dato la sua piena disponibilita’ a prendersi cura dell’animale riscontrando che aveva ricevuto numerosi colpi all’addome. Il cane e’ stato trattenuto in osservazione tutta la notte e riconsegnato fuori pericolo alla famiglia straniera.

Commenti

commenti