CASERTA, LIQUAMI NEL CANALE. TRE AZIENDE DI BUFALE SOTTO SEQUESTRO

CASERTA, LIQUAMI NEL CANALE. TRE AZIENDE DI BUFALE SOTTO SEQUESTRO

33
CONDIVIDI
mucca.jpg

Tre aziende bufaline ubicate nel comune di San Tammaro, nel Casertano, sono state sequestrate dai carabinieri forestali su ordine del Gip di Santa Maria Capua Vetere per il reato di inquinamento ambientale e illecita gestione di rifiuti zootecnici. Per la Procura che ha coordinato le indagini, le tre aziende avrebbero sversato i liquami prodotti dagli animali e le acque reflue di lavaggio dei macchinari nel terreno e in un canale che poi affluiva nei Regi Lagni, il lungo corso d’acqua artificiale che attraversa il casertano fino al mare con lo scopo di raccogliere i rifiuti liquidi prodotti dagli insediamenti urbani e industriali, divenuto negli anni ricettacolo di rifiuti anche tossici sversati senza autorizzazione e depurazione, dagli ingombranti agli scarti della produzione zootecnica e industriale. In totale, nelle tre aziende vengono allevati oltre 1200 capi bufalini.

Commenti

commenti