M49, NUOVA ORDINANZA DI FUGATTI: “ABBATTERLO SE CREA PERICOLO”

M49, NUOVA ORDINANZA DI FUGATTI: “ABBATTERLO SE CREA PERICOLO”

344
CONDIVIDI
orsoladige.jpg

Nel richiamare l’ordinanza di cattura dello scorso primo luglio relativa all’Orso M49, nella nuova ordinanza firmata oggi dal presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, si ordina che “qualora si verifichino situazioni che, in relazione al comportamento assunto da M49, possano determinare ulteriore pericolo grave ed imminente per l’incolumita’ di terzi o degli stessi operatori del Corpo forestale trentino, di procedere all’abbattimento dell’animale”. “Se cattureremo l’orso M49 – ha precisato Fugatti – lo porteremo nuovamente al Centro Casteller, perche’ al momento in Italia, e anche in Europa, e’ il miglior centro dove si fa la gestione degli orsi a livello europeo”.

Di opposto avviso la Lav che ha definito l’ordinanza “scandalosa, eticamente inaccettabile, scientificamente infondata e quindi illegittima”. “Questa – ha aggiunto – l’ordinanza ‘ammazza-Orso’ firmata stamane dal presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti: una condanna a morte, mascherata da atto amministrativo, che pende sull’Orso M49, catturato nella notte tra il 14 e il 15 luglio, poi subito fuggito e da ormai una settimana ‘ricercato’ speciale dell’amministrazione trentina”. Lav rivolge anche un appello al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, a recarsi in Trentino con i carabinieri forestali “assumendo il comando delle operazioni e della gestione della fauna selvatica in quella provincia”.

Sulla stessa linea l’Enpa: “L’Ente Nazionale Protezione Animali chiede nuovamente al ministro Costa di subentrare al presidente Maurizio Fugatti nella gestione del caso M49, noto anche come orso Maurizio, estromettendo una volta per tutte la Provincia autonoma di Trento. Infatti, oggi come prima, l’amministrazione provinciale ha dimostrato di non essere assolutamente in grado di gestire la situazione, per quanto riguarda gli orsi e i grandi carnivori”.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti