LAZIO, CARABINIERI SEQUESTRANO 70 UCCELLI SELVATICI

LAZIO, CARABINIERI SEQUESTRANO 70 UCCELLI SELVATICI

61
CONDIVIDI
usignolo.jpg

Un totale di 70 esemplari di uccelli selvatici sono stati sequestrati dai Carabinieri del raggruppamento Cites, grazie alle segnalazioni dei volontari della Lipu e di Ornis Italica, e in parte liberati dalla Lipu in varie località del Lazio. L’operazione ”Ali azzurre 2” è il frutto di un’attività di indagine iniziata nell’estate del 2018 e che ha portato a sette perquisizioni in varie località nelle province di Roma, Rieti e Latina. Alle operazioni hanno partecipato i volontari della Lipu in qualità di ausiliari di Polizia giudiziaria. Oltre agli uccelli sono stati sequestrati 600 anelli di marcaggio destinati ad essere applicati agli uccelli selvatici prelevati in natura (pratica vietata dalla legge) per farli sembrare di origine legale. Gli animali sequestrati sono stati presi in consegna dalla Lipu e liberati in parte in provincia di Latina (per quanto riguarda le specie ballerina gialla, saltimpalo, usignolo, pettazzurro, passero solitario, codirosso comune) e, per le specie più tipicamente montane come ortolano, codirossone e zigolo giallo, in provincia di Rieti. Le ghiandaie marine, invece, sono state riposizionate in altri nidi artificiali in provincia di Viterbo e sono state tutte adottate con successo.

(Usignolo, foto di repertorio)

Commenti

commenti