ARKANSAS, BATTAGLIA LEGALE SUGLI HAMBURGER VEG

ARKANSAS, BATTAGLIA LEGALE SUGLI HAMBURGER VEG

22
CONDIVIDI

“Un hamburger buono come quello di carne!”. Il mantra dei vegani e di chi si occupa della vendita di prodotti vegani da oggi risultera’ illegale nello Stato Usa dell’Arkansas, dopo l’entrata in vigore – il 25 luglio scorso – della legge Arkansas Act 501, che vieta l’etichettatura, considerata fuorviante, di prodotti vegetali con denominazione che riporta invece alla carne. Insomma, stop deciso ad hamburger e salsicce veg: il cliente, seppur carnivoro, dicono i legislatori dell’Arkansas, non va preso in giro: se e’ ‘veg’ non e’ carne, e chiunque dichiari il contrario su un’etichetta dovra’ pagare una multa di 1000 dollari per ogni prodotto confezionato non a norma. “L’American Civil Liberties Union (ACLU) e la societa’ Tofurky – scrive in Guardian – hanno presentato una denuncia sui diritti civili sostenendo che la legislazione e’ incostituzionale. Non e’ chiaro se un giudice sospendera’ la legge in attesa della risoluzione di questo reclamo”. La motivazione per cui la Tofurky – azienda che dal 1980 e’ impegnata nella produzione di “cibo sbalorditivo che rende felici animali, persone e pianeta” – e’ intervenuta a gamba tesa sulla questione e’ chiaro; piu’ interessante la mission dell’Aclu, che giustifica la raccolta firme come una lotta in nome della liberta’ di parola: “E’ assurdamente condiscendente che il governo dell’Arkansas asserisca che il suo popolo non puo’ chiamare un hamburger vegetariano hamburger o un hot dog di tofu hot dog”, spiega Brian Krauss, un avvocato. L’accusa sostiene che la legge sia stata smaccatamente fatta per strizzare l’occhio alle aziende produttrici di carne che col passare del tempo si sentirebbero minacciate dal successo di certi prodotti ‘veg’ anche sul proprio target carnivoro. Ma nel mirino non c’e’ solo la carne, anche le vendite del latte non caseario spaventano, e non poco, i colossi del settore: secondo un recente rapporto di Mintel, una delle principali agenzie di market intelligence del mondo, le vendite di latte di origine vegetale sono cresciute del 60% tra il 2012 e il 2017, nello stesso periodo quelle del latte non veg sono diminuite del 15%. Ma questo della denominazione del cibo veg non riguarda esclusivamente l’Arkansas, anche Mississippi e Missouri, per esempio, hanno recentemente approvato leggi simili alla legge 501, gia’ sul tavolo delle autorita’ competenti per chiarirne la legittimita’.

Commenti

commenti