NO AI SELFIE CON ANIMALI SELVATICI: “MODIFICANO LE LORO ABITUDINI”

NO AI SELFIE CON ANIMALI SELVATICI: “MODIFICANO LE LORO ABITUDINI”

204
CONDIVIDI

Stress fisico ed emotivo, che comporta l’interruzione delle abitudini di alimentazione e di vita e che può addirittura condurre al calo delle nascite. Questo l’allarme lanciato – come riporta Il Guardian – da Philip Seddon, direttore del programma sulla fauna selvatica della Otago University: “Stiamo perdendo rispetto per la fauna selvatica, non comprendiamo più il selvatico per nulla”. “Il pericolo con i selfie con fauna selvatica – ha proseguito il docente – è che le immagini appaiono spesso decontestualizzate, così anche quando il messaggio punta a promuovere la conservazione e si tratta del messaggio di un ambasciatore di un programma, quel messaggio è perso e tutte le persone vedono uno che abbraccia un pinguino e vogliono imitarlo”. Come riporta Askanews i ricercatori di World Animal Protection hanno registrato in un rapporto del 2017 un aumento del 292 per cento dei selfie con animali in libertà su Instagram dal 2014. Il 40% di questi selfie ritraggono il soggetto in un’interazione inappropriata con l’animale selvatico, come l’abbraccio o il bacio. Questo senza contare come, in alcuni casi, gli animali vengono drogati per consentire ai turisti di fare un selfie più facilmente.

Commenti

commenti