PFAS, COSTA: MINISTERO DELL’AMBIENTE SI COSTITUISCE PARTE CIVILE

PFAS, COSTA: MINISTERO DELL’AMBIENTE SI COSTITUISCE PARTE CIVILE

270
CONDIVIDI

Il ministero dell’Ambiente si costituirà parte civile nel processo relativo alla contaminazione da Pfas (sostanze perfluoroalchiliche), attraverso i residui di lavorazioni chimiche e industriali, in relazione alla vicenda della Miteni di Trissino (Vicenza), accusata di aver sversato per decenni Pfoa (acido perfluoroottanoico) e Pfas nel torrente Poscolo. Lo ha dichiarato oggi a Romail ministro Sergio Costa, nell’audizione davanti alla Commissione Ecomafie. “Il ministero dell’Ambiente, attraverso l’avvocatura dello Stato, provvedera’ a costituirsi parte civile nel processo penale nei confronti dei vertici delle societa'”, ha detto Costa, per “ottenere la condanna” al “risarcimento del danno ambientale, ritenendo tale procedimento la sede piu’ idonea” per “l’identificazione dei soggetti responsabili delle condotte illecite da cui e’ conseguita la situazione di contaminazione da Pfas e di altre sostanze dannose per la salute e la salubrita’ dell’ambiente”.

Commenti

commenti