DL CLIMA, IL “BONUS MOBILITÀ” SCENDE A 1.500 EURO

DL CLIMA, IL “BONUS MOBILITÀ” SCENDE A 1.500 EURO

14
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

Comincia a prendere forma il decreto legge sul clima, atteso in Consiglio dei Ministri il prossimo 3 ottobre. Nato dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, è ancora work in progress, con contenuti che “sono in costante evoluzione, grazie alla proficua concertazione con altri ministeri”. Come riporta La Presse vi sono però alcune bozze in queste ore in cui si può intravedere lo scheletro del provvedimento: 14 articoli, con ancora alcune misure da concordare sia con il premier Giuseppe Conte, che con il Ministero delle Infrastrutture e trasporti e il Mef, per quanto riguarda il pacchetto di miglioramento dei mezzi per il trasporto pubblico (dove si richiedono risorse economiche aggiuntive) e la semplificazione per l’accesso ai finanziamenti. Si riduce a 1.500 euro il bonus mobilità che potrà essere “utilizzato, entro i successivi tre anni, per l’acquisto, anche a favore di un convivente, di abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale e interregionale e di altri servizi ad esso integrativi nonché per l’abbonamento a servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a emissioni ridotte”. Cancellato dal decreto il taglio graduale ai sussidi ambientalmente dannosi, che avevano un costo di circa 17 miliardi, e che venivano utilizzati come incentivi per “prodotti sfusi” e alla spina. Fra le altre novità la nascita di una commissione interministeriale per combattere i cambiamenti climatici, il rinnovamento del trasporto pubblico e una campagna scolastica in difesa dell’ambiente.

Commenti

commenti