MAREVIVO: RIMOSSI TRE QUINTALI DI RETI DAI FONDALI MARINI

MAREVIVO: RIMOSSI TRE QUINTALI DI RETI DAI FONDALI MARINI

166
CONDIVIDI

Liberati da oltre tre quintali di reti i fondali delle Isole Ciclopi e alla Secca di Punta Bassana (Marettimo- Egadi) con l'”Operazione reti fantasma nelle Aree Marine Protette” di Marevivo. A riportarlo l’Ansa che riferisce come l’associazione abbia svolto le attività nei giorni 20 e 21 settembre e il 24 e 25 settembre, con il supporto di Esselunga, che tramite la campagna “Salviamo il mare” ha coinvolto i sui clienti. Marevivo, in passato ha più volte realizzato una serie di operazioni in diverse localita’ italiane e recuperato oltre 4.500 metri di reti. “Le reti fantasma abbandonate o perdute – afferma il presidente di Marevivo Rosalba Giugni – costituiscono una seria minaccia per la vita marina. Queste attrezzature, infatti, provocano la cattura di pesci e di altri animali come tartarughe, uccelli e mammiferi marini, che vi rimangono intrappolati con conseguenze spesso fatali per la loro vita”. Giugni aggiunge inoltre che “contribuiscono ad un’alterazione degli ecosistemi marini e rappresentano anche un pericolo per i subacquei”. Il progetto di recupero e’ patrocinato dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e dal ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo ed e’ realizzato in collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e con il supporto di Esselunga.

Commenti

commenti