LIPU, IL 5 E IL 6 L’EUROBIRDWATCH NELLE OASI

LIPU, IL 5 E IL 6 L’EUROBIRDWATCH NELLE OASI

75
CONDIVIDI

Due giornate dedicate al birdwatching, per conoscere la migrazione degli uccelli selvatici e sensibilizzare al rispetto della natura. Si svolgera’ sabato 5 e domenica 6 ottobre la nuova edizione dell’Eurobirdwatch, il piu’ importante evento dedicato al birdwatching organizzato da BirdLife Europa in 43 paesi europei e, per l’Italia, dalla Lipu nella formula del “Big Day”, la grande gara di birdwatching a premi. Come ogni anno verranno raccolte preziose informazioni sulle specie osservate, per contribuira’ a costruire un quadro complessivo della migrazione autunnale degli uccelli selvatici. Nel nostro Paese le iniziative – che contano un totale di 50 appuntamenti (programma completo su www.lipu.it) – si terranno nelle oasi e riserve gestite sul territorio nazionale e in altre aree protette scelte dai volontari delle sezioni dell’Associazione per la presenza di uccelli selvatici, come zone umide, fiumi, aree costiere. In Lombardia, tra gli altri appuntamenti, troviamo Bosco Borromeo (Milano) e il lago Maggiore a Germignaga (Varese); in Piemonte ritrovo sul Po a Torino; in Veneto il delta del Po (a Comacchio e dintorni); a Trento nella foresta demaniale del monte Bondone; in Umbria il Parco regionale di Colfiorito e il Parco regionale del Lago Trasimeno; in Puglia la Riserva naturale Saline di Margherita di Savoia; in Campania l’Oasi Soglitelle (Villa Literno, Caserta), un’area da quest’anno fruibile alla collettivita’ grazie a un progetto sostenuto dalla Fondazione per il Sud; in Calabria la Riserva del Lago di Tarsia (Cosenza) e, in Sicilia, la Riserva del Lago di Pergusa, la Riserva del lago di Soprano di Serradifalco (Cl), la Riserva naturale orientata Saline di Trapani e Paceco e la Riserva Isole dello Stagnone di Marsala. “Grazie all’ausilio dello staff e dei nostri volontari – spiega Marco Gustin, responsabile Specie e ricerca della Lipu-BirdLife Italia – i partecipanti potranno imparare a riconoscere gli uccelli, dagli aironi ai rapaci come il falco di palude e l’albanella reale, ma anche pettirossi, fringuelli e lui’ piccoli: in tutto circa 200 specie, tra specie in migrazione o erratiche. E tra le specie di rilievo conservazionistico sara’ possibile osservare il fenicottero, la spatola e la moretta tabaccata”. E con l’Eurobirdwatch torna anche la gara di birdwatching della Lipu, il “Big Day”, composto da quattro gare. Il cardellino sara’ la specie guida della gara n. 1 (vince chi osservera’ piu’ cardellini); la gara n. 2 sara’ invece vinta da chi avra’ avvistato una specie segreta, che sara’ svelata solo dopo l’evento; la gara n. 3 da chi avvistera’ il maggior numero di specie; la gara n. 4 dal gruppo di birdwatchers piu’ numeroso. L’anno scorso l’Eurobirdwatch, in tutta Europa, coinvolse 33 partner di BirdLife International, che organizzarono quasi 1.000 eventi e 5,2 milioni di uccelli osservati.

Commenti

commenti