RAVENNA, SI ARRESTA LA MORIA DI UCCELLI COLPITI DAL BOTULINO

RAVENNA, SI ARRESTA LA MORIA DI UCCELLI COLPITI DAL BOTULINO

22
CONDIVIDI
anatramuta.jpg

Dopo il recupero di 2.100-2.200 uccelli acquatici morti a causa del botulino, la situazione in Valle della Canna (Ravenna) è in miglioramento. Come riporta Dire Ambiente, il picco della diffusione della contaminazione del botulino che ha ucciso gli animali sembra essere superato, ferma restando la necessità di attendere l’esito dei monitoraggi previsti nei prossimi giorni. Dallo scorso sabato, sulla valle è stata immessa acqua pari a 65.000 metri cubi al giorno (per “pulire” le pozze putride, dove prolifera il batterio-killer), e l’immissione proseguirà fino a domenica, con un livello massimo di 10-15 centimetri. Recuperati circa 200 volatili convalescenti, questi ultimi – fa sapere il Comune di Ravenna – “stati salvati in massima parte grazie alla somministrazione di antibiotico”. Nella quasi totalità, aggiunge il Comune, si tratta di anatidi di specie non protette, mentre sono risultati una quindicina gli esemplari di specie protette. Nel complesso, nell’area, erano censiti fra i 4mila e i 4.500 uccelli, che significa che la metà sono morti a causa del botulino.

(Anatra, foto di repertorio)

Commenti

commenti