I MILITARI: ASSISTENZA VETERINARIA AI CANI CONGEDATI DALL’ESERCITO

I MILITARI: ASSISTENZA VETERINARIA AI CANI CONGEDATI DALL’ESERCITO

777
CONDIVIDI

”Garantire ai cani ceduti al personale militare l’assistenza veterinaria a carico del servizio veterinario militare” e istituire ”un’assicurazione sulla vita dell’animale”. Questa la proposta lanciata negli scorsi mesi dal Consiglio intermedio di rappresentanza del Comando logistico dell’Esercito senza che, al momento, vi sia alcuno sviluppo. La questione resta così irrisolta. ”E assurdo considerare come, a distanza di un anno, la ‘situazione dei cani le stellette’ non sia stata risolta e giaccia in una stagnante palude tra l’indifferenza della classe politica che non ha mosso un dito per difendere e garantire la dignità dei nostri amici a quattro zampe”, afferma all’Adnkronos Francesco Gentile, delegato Cocer (la Rappresentanza militare).

La questione della pensione per i cani-eroi era stata più volte trattata dall’on. Michela Vittoria Brambilla che – in un’interrogazione – aveva chiesto al ministro una vera e propria riforma che “congedasse” in maniera dignitosa i cani di servizio. Lo scorso luglio l’allora ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, aveva promesso di valutare la questione ma ad oggi, complice il cambio di governo, nulla è ancora stato fatto.

Commenti

commenti