ANTARTIDE, CINA E RUSSIA BOCCIANO LA MAXI AREA PROTETTA

ANTARTIDE, CINA E RUSSIA BOCCIANO LA MAXI AREA PROTETTA

203
CONDIVIDI
antartide.jpg

Volevano dichiarare parco marino protetto una maxi area a est dell’Antartide, per combattere il cambiamento climatico. E’ purtroppo fallito il nuovo nobile tentativo di Australia, Francia e Unione Europea proteggere il fragile ecosistema dell’Oceano. Come riferisce Agi la riunione annuale della Commissione per la conservazione delle risorse marine viventi dell’Antartide (Ccamlr), a cui aderiscono 25 Paesi fra cui l’Italia e che valutava la proposta per l’ottavo anno consecutivo, ha visto l’opposizione di Cina e Russia, come riferiscono fonti anonime. Per far passare la proposta serve il voto unanime dei 25 membri. Pechino e Mosca hanno sempre messo il veto all’approvazione dell’idea di una maxi riserva naturale in Antartide, dalla prima volta che è stata proposta nel 2010. La contrarietà sarebbe relativa a preoccupazioni per i diritti di pesca.

Commenti

commenti