USA, MENO TEST SU ANIMALI: UN CHIP TESTERÀ I FARMACI PER IL...

USA, MENO TEST SU ANIMALI: UN CHIP TESTERÀ I FARMACI PER IL FEGATO

28
CONDIVIDI
topo laboratorio.png

Un intero fegato su un chip in grado di indicare se un farmaco è tossico o meno, per rendere obsoleta la sperimentazione animale. Questo – come riporta Ansa – il traguardo raggiunto da un team di ricercatori coordinati dall’americano Wyss Institute e pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. “Questa è una pietra miliare importante nello sforzo di migliorare il processo di sviluppo dei farmaci”, ha rilevato il primo autore Geraldine Hamilton, presidente di Emulate, la società del Wyss Institute nata per commercializzare gli organi su chip. L’istituto ha già sviluppato molti organi su chip, tra cui polmone, intestino, cervello, che iniziano ad arrivare sul mercato per la sperimentazione di farmaci. Delle dimensioni di una chiavetta Usb, l’organo su chip è sviluppato con un materiale plastico flessibile nel quale sono disposti in parallelo canali rivestiti di cellule che riproducono il tessuto del fegato. Anche quando sono state testate diverse molecole candidate a farmaco sono state notate risposte differenti nella versione umana e in quelle animali. Questo e’ importante perché i farmaci che entrano nelle sperimentazioni sull’uomo vengono prima testati sugli animali: tuttavia, oltre a essere dolorosi e mortali per gli animali, i test per la tossicità epatica nei ratti e nei cani possono produrre risultati diversi rispetto all’uomo.

Commenti

commenti