M49, TEMPO DI LETARGO PER L’ORSO PIÙ RICERCATO D’ITALIA

M49, TEMPO DI LETARGO PER L’ORSO PIÙ RICERCATO D’ITALIA

313
CONDIVIDI
orsoalpi.png

Tempo di letargo per gli orsi bruni del Trentino, incluso quello che ormai – nella sua sigla – è il più famoso d’Italia. Parliamo di M49, il plantigrado che – come riporta Ansa – è ormai pronto per il lungo sonno dell’inverno. L’ultima predazione e’ dell’11 ottobre scorso, nella zona del Vanoi, nel Trentino orientale, dove l’animale ha ucciso un piccolo toro. “Il lavoro del Servizio forestale rimane attivo, continuando anche il dialogo con la Provincia autonoma di Bolzano. C’e’ stato qualche avvistamento, l’ultimo recentemente in val Calamento, ma ora andra’ in letargo e non ci sono state novita'”, spiega l’assessore all’agricoltura e foreste della Provincia autonoma di Trento, Giulia Zanotelli. La notte tra il 14 ed il 15 luglio, a poche ore dalla cattura avvenuta con una trappola a tubo, M49 aveva scavalcato la recinzione elettrificata con cavi a 7.000 volt nel Centro faunistico del Casteller di Trento per poi spostarsi sulla Marzola. Fino a poche ore prima si trovava dall’altra parte del Trentino, in un’area di circa 250 chilometri quadrati compresa tra la destra orografica della bassa val Rendena e la valle del Chiese. Il titolo di orso più ricercato d’Italia gli è stato dato dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa che l’ha soprannominato, simpaticamente, “Papillon”, in onore del film del ’73 con Steve McQueen.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti