AVC, 7 MORTI E 31 FERITI IN 28 GIORNI DI CACCIA EFFETTIVA

AVC, 7 MORTI E 31 FERITI IN 28 GIORNI DI CACCIA EFFETTIVA

312
CONDIVIDI
cacciatorepreda.jpg

E’ di 7 morti e 31 feriti il bilancio provvisorio della stagione di caccia, dalle preaperture fino al 7 novembre. I dati, forniti dall’Associazione vittime della caccia (Avc), si riferiscono al solo ambito venatorio e non comprendono, dunque, le vittime di armi da caccia in altre condizioni.
Numeri impressionanti, quelli delle vittime umane, in due mesi dalle preaperture, ancor più sconvolgente il dato riguardante l’arco di tempo effettivo di attività venatoria in cui ogni cacciatore ha avuto disponibilità secondo quanto prevede la legge sulla caccia (L.157/92). Infatti, questo periodo (preaperture/7 novembre), in realtà conta “solo” 28 giorni circa di tempo disponibile all’attività venatoria per ogni cacciatore, ovvero 3 giorni alla settimana da scegliere su 5.
“L’Avc – si legge in un comunicato -denuncia l’allarmante escalation di vittime che questa stagione venatoria ha palesato fin dai primi giorni di preaperture. Chiediamo al Ministro dell’Interno, come sia possibile che un Paese che si definisca civile possa assistere indifferente a un fenomeno talmente inconcepibile come la sistematica mattanza, anche umana, che i cacciatori e le loro armi producono ai danni di persone estranee, di minori e persistano in comportamenti gravemente pericolosi per tutta la comunità, gli animali domestici e la fauna selvatica”.

Commenti

commenti