LUPO IMPICCATO A RIMINI: GLI IMPUTATI PATTEGGIANO

LUPO IMPICCATO A RIMINI: GLI IMPUTATI PATTEGGIANO

593
CONDIVIDI
lupo.jpg

La Lega italiana per la Difesa degli animali e dell’ambiente, rappresentata dall’avvocato Erika DelBianco, è una delle associazioni ammesse a costituirsi parte civile nel procedimento penale scaturito dal ritrovamento a Coriano (Rimini) della carcassa di un lupo appesa alla pensilina di un autobus. A due anni dalla macabra scoperta, tre persone individuate dalle indagini dei carabinieri forestali e della Procura come responsabili di questo e di altri reati (tra cui il rappresentante legale di una società agricola) hanno patteggiato oggi pene inferiori ai due anni: rispettivamente, 1 anno e sei mesi, un anno, e nove mesi di reclusione. Il dibattimento quindi non avrà luogo e gli imputati non andranno in carcere né dovranno risarcire le parti civili. Numerosi e gravi erano i capi d’imputazione: uccisione di animale di specie protetta, furto aggravato, maltrattamento di ovini destinati al consumo alimentare, macellazione abusiva e abbandono di rifiuti speciali di vario genere.

Commenti

commenti