DOPING AL PALIO DI ASTI: ASSOLTI TUTTI GLI IMPUTATI

DOPING AL PALIO DI ASTI: ASSOLTI TUTTI GLI IMPUTATI

189
CONDIVIDI

Erano da anni a processo per presunti casi di doping al Palio di Asti del 2014: come riporta Ansa sono stati tutti assolti i diciannove imputati, tra fantini e proprietari di animali. A stabilirlo il giudice del tribunale di Asti, Elisabetta Chinaglia che ha rigettato la richiesta del pm Laura Deodato di comminare condanne fino a due mesi e venti giorni di reclusione per maltrattamento di animali. Secondo l’accusa gli imputati avrebbero somministrato ai cavalli farmaci dopanti vietati e dannosi, tra cui antinfiammatori e cortisonici.

“Un bellissimo regalo di Natale per il Palio di Asti, che darà a tutto l’ambiente più serenità e tranquillità” ha commentato il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, citato sempre da Ansa. “Il reato di maltrattamento degli animali non è mai stato provato – ha aggiunto Alberto Avidano, avvocato della difesa – come non è stato provato che sia stato fatto del male ai cavalli. Quei medicinali erano semplici cure per patologie veterinarie”.

Nonostante l’assoluzione la questione rimane controversa: alcuni di quei medicinali sono vietati negli ippodromi, ma non nelle corse che hanno carattere storico come il palio.

(Palio di Asti, foto di repertorio)

Commenti

commenti