CASTEL MAGGIORE (BO), NUOVI ALBERI PER SALVARE GLI ANIMALI DALLE ALLUVIONI

CASTEL MAGGIORE (BO), NUOVI ALBERI PER SALVARE GLI ANIMALI DALLE ALLUVIONI

314
CONDIVIDI
solebosco.jpg

Un riparo per gli uccelli, a due passi dai palazzi cittadini. Questa – come riporta Dire – la decisione del comune di Castel Maggiore, paese di 18mila abitanti nella Città metropolitana di Bologna. Il municipio ha infatti deciso, per il biennio 2020-2021, un rimboschimento che prevenga future alluvioni come quella che – a metà novembre – ha causato centinaia di morti tra gli animali della campagna bolognese. L’amministrazione vuole garantire “un rifugio per la fauna locale che così potrà trovare il proprio habitat anche in un ambiente urbano”. L’opera di riforestazione avra’ luogo nel parco in via Camillo Torres, nella frazione di Trebbo di Reno: in un’area di circa 800 metri quadrati, ora prato, verranno piantati 600 alberi e 200 cespugli forniti gratuitamente dai vivai locali. Gli alberi e i cespugli che troveranno dimora nel parco saranno autoctoni: potranno crescere, con terreno e clima adatti, sia l’Acero campestre, che il Bagolaro, ed anche: Carpino bianco, Ciliegio selvatico, Farnia, Frassino angustifolia, Frassino orniello, Gelso bianco, Ontano nero, Tiglio, mentre i cespugli saranno Crespino, Ligustro selvatico, Nocciolo, Prugnolo.

Commenti

commenti