VENETO, REGIONE APPROVA PIANO PER IL “CONTENIMENTO” DEL LUPO

VENETO, REGIONE APPROVA PIANO PER IL “CONTENIMENTO” DEL LUPO

77
CONDIVIDI
lupo.jpg

Prevenire i danni provocati dai grandi carnivori e contenere le “popolazioni in esubero”. Questo l’obiettivo del progetto di legge approvato dal Consiglio regionale del Veneto su proposta di Sergio Berlato, consigliere di Fratelli d’Italia noto per essere strettamente legato al mondo venatorio. La proposta – riporta Ansa – ha origine dalla Direttiva europea ‘habitat’ e prevede che le Regioni, sentito l’Ispra, possano consentire in condizioni rigorosamente controllate, su base selettiva e in misura limitata, la cattura o il prelievo di un numero limitato di esemplari di lupo per protezione della fauna e conservazione degli habitat naturali, oltre che per prevenzione di gravi danni all’allevamento, o per motivi di rilevante interesse pubblico, nonché per finalità didattiche e di ricerca. “E’ una legge che non serve – ha commentato il consigliere Andrea Zanoni, citato sempre da Ansa – perché non risolve i problemi degli allevatori. C’è già il Piano nazionale per la gestione del lupo, esistono ben 22 misure di prevenzione, senza arrivare all’uccisione”. In Veneto ci sono stati 165 episodi di assalti di lupi nel 2019, “ma neanche uno – ricorda Zanoni – nelle malghe attrezzate. Abbiamo un Piano nazionale con tutte le misure di prevenzione e mitigazione che purtroppo non ha ancora ottenuto l’approvazione definitiva”.

Commenti

commenti