LECCE, CUCCIOLA DI MAREMMANO MORTA D’INFARTO PER I BOTTI

LECCE, CUCCIOLA DI MAREMMANO MORTA D’INFARTO PER I BOTTI

467
CONDIVIDI

Una cucciola di pastore maremmano, di nome Diana, è morta d’infarto a causa dei botti sparati la notte di capodanno. E’ accaduto a Lecce, dove era stata da poco adottata da una famiglia e dove in tanti hanno celebrato l’arrivo del 2020 a forza di botti, benché il regolamento di polizia locale della città salentina li vietasse espressamente. Diana si è accasciata davanti agli occhi dei suoi amici umani. Il suo cuore non ha retto allo spavento e un infarto l’ha uccisa. Rabbia e sgomento non solo da parte di chi aveva adottato la cagnolona, ma anche di molti  utenti Facebook che hanno letto il post dellaproprietaria di Diana: “Vi risparmio i miei sentimenti di questo momento – ha scritto –  Ma almeno che la morte della mia Diana serva a qualcosa. Adesso basta. Questa strage incivile deve finire. Questa sordità istituzionale deve finire. È una strage che non danneggia solo gli animali, ma anche persone, neonati, malati di qualsiasi età con patologie neurologiche che impediscono la comprensione di ciò che sta accadendo intorno”.

Commenti

commenti