AUSTRALIA, LAV: DA VERSACE STOP ALLA PELLE DI CANGURO

AUSTRALIA, LAV: DA VERSACE STOP ALLA PELLE DI CANGURO

38
CONDIVIDI

Mentre l’Australia brucia, protagonista di un disastro ambientale senza precedenti, una buona notizia per i canguri arriva dall’Italia: Versace annuncia che non utilizzerà più la loro pelle per le proprie collezioni.

Accogliamo con soddisfazione l’annuncio di Versace, in risposta alla nostra campagna #SALVACANGURI: un atto di responsabilità e di civiltà e un gesto importante, oggi più che mai. Gli incendi che stanno devastando l’Australia, infatti, si sommano alle stragi della caccia, con conseguenze drammatiche per le popolazioni di canguri.

Per questo, dopo l’appello dei giorni scorsi all’Ambasciatore australiano, torniamo a rivolgerci al Governo Italiano affinché vieti l’import di pelli di canguro  e alle aziende italiane, chiedendo una chiara presa di posizione sulla strage australiana, con l’immediata rinuncia all’utilizzo di pelli di canguro nelle proprie produzioni.

Un gesto simbolico e insieme estremamente concreto, per contribuire a salvare l’animale-simbolo del continente australiano da una devastazione senza precedenti.

(Testo e foto da Lav.it)

Commenti

commenti