ABRUZZO, CONTROLLI DEI NAS SU STALLE E CASEIFICI DELLA REGIONE

ABRUZZO, CONTROLLI DEI NAS SU STALLE E CASEIFICI DELLA REGIONE

20
CONDIVIDI
nas.jpg

Serie di controlli dei Nas dell’Abruzzo su irregolarità nei caseifici della regione. In provincia dell’Aquila – riporta Agi – è stata sospesa l’attività di un caseificio i cui locali versavano in pessime condizioni igienico sanitarie e strutturali. Prescrizioni imposte anche ad un caseificio attiguo ad un agriturismo, con copiose infiltrazioni di acque reflue degli scarichi, ammalorate e ammuffite. In un supermercato della provincia di Pescara i Nas hanno sequestrato di circa 30 kg di prodotti lattiero caseari a marchio Dop, poiché esposti e conservati a temperatura ambiente, difformemente da quanto indicato in etichetta dal produttore. In uno stabilimento caseario della provincia di Teramo – riferisce sempre Agi – hanno vincolato circa 70 kg prodotti lattiero caseari freschi, rinvenuti in contenitori privi della certificazione di idoneità. Sempre nel teramano, in un caseificio, i Carabinieri hanno vincolato 250 Kg di caciotte detenute in assenza di informazioni sulla rintracciabilità. Nell’ambito dei controlli in stalla, sono stati sequestrati 70 capi di bestiame, delle razze ovina, equina, suina e bovina, non correttamente identificati rispetto al registro.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti