SMOG-KILLER: OGNI ANNO UCCIDE 4,5 MILIONI DI PERSONE E COSTA 2.900 MILIARDI

SMOG-KILLER: OGNI ANNO UCCIDE 4,5 MILIONI DI PERSONE E COSTA 2.900 MILIARDI

91
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

Tre veri e propri “killer”, che uccidono ogni anno 4,5 milioni di persone in tutto il mondo: questi – secondo il report “Aria tossica: il costo dei combustibili fossili” riportato da Ansa – i danni di carbone, petrolio e gas. Un trio di combustibili fossili che danneggia l’economia globale per 2.900 miliardi di dollari, pari al 3,3% del Pil mondiale, ovvero 8 miliardi di dollari al giorno, Un calcolo effettuato sulla base dell’aumento di malattie croniche, milioni di visite mediche e miliardi di giorni di assenza dal lavoro. Redatto da Greenpeace Southeast Asia e dal Centre for Research on Energy and Clean Air (Crea), il rapporto valuta per la prima volta il costo globale dell’inquinamento atmosferico provocato dai combustibili fossili (biossido di azoto, ozono, polveri sottili Pm2.5) e suggerisce soluzioni per abbattere lo smog e produrre benefici sia per l’economia sia per il clima. La transizione verso un sistema di trasporti a emissioni zero è infatti fondamentale per ridurre i gas serra, passo necessario per contenere l’aumento medio globale della temperatura entro 1,5 gradi centigradi rispetto al periodo preindustriale e dunque frenare il global warming. Ma ne beneficia anche la salute con la riduzione di casi di disturbi cardiovascolari, cancro, obesità, diabete, malattie mentali e malattie respiratorie. Il rapporto suggerisce di abbandonare quanto prima l’uso dell’auto privata a favore di un trasporto pubblico efficiente, infrastrutture per spostarsi a piedi e in bicicletta e sviluppo della mobilità condivisa (car e scooter sharing) ed elettrica.

Commenti

commenti