TEST SU ANIMALI, RADDOPPIANO I FONDI PER I METODI ALTERNATIVI

TEST SU ANIMALI, RADDOPPIANO I FONDI PER I METODI ALTERNATIVI

269
CONDIVIDI
topo laboratorio.png

Passa da uno da due milioni di euro il fondo annuale destinato alle attività di ricerca e sviluppo di metodi sostitutivi dell’utilizzo di animali per la sperimentazione. Lo hanno deciso oggi le commissioni riunite Affari Costituzionali e Bilancio della Camera votando un emendamento al decreto milleproroghe riformulato a partire dagli emendamenti Sarli (M5s) e Brambilla (Fi) e sostenuto dall’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali. Si amplia la platea dei beneficiari a Enti pubblici di ricerca, ospedali, Universita’, che presentino progetti in materia. Entro il 30 giugno, il Ministro della salute invierà alle Camere una relazione sullo stato delle procedure di sperimentazione autorizzate per le ricerche sulle sostanze d’abuso, anche al fine di evidenziare le tipologie di sostanze che possono essere oggetto di programmi di ricerca alternativi e sostitutivi della sperimentazione animale. L’originario emendamento Brambilla prevedeva uno stanziamento di tre milioni.

Commenti

commenti