TOSCANA, DOPPIO BLITZ: SEQUESTRATE PELLI E PELLICCE

TOSCANA, DOPPIO BLITZ: SEQUESTRATE PELLI E PELLICCE

330
CONDIVIDI

Una pellicceria in centro a Firenze e un negozio a Monte San Savino (in provincia di Arezzo). Queste le due attività che le forze dell’ordine hanno sequestrato per irregolarità.

Per quanto riguarda la pellicceria del centro di Firenze – riporta Adnkronos – i carabinieri forestali hanno denunciano quattro persone proprietarie per detenzione di pelli di animali particolarmente protetti e hanno sequestrate una quarantina di pelli. Fra queste due pelli di lupo siberiano, due di leopardo, dieci di ocelot e una trentina di gatto selvatico di Geoffroy (questi ultime due specie sono felini sudamericani), specie incluse tra quelle protette perché minacciate da estinzione.Si tratta di pelli pregiate del valore stimato di decine di migliaia di euro, che interessano il mercato del lusso.

Nel negozio di di Monte San Savino sono state trovate invece 3.600 pelli di animali appartenenti a specie protette dalla Convenzione di Washington. Sono, tra gli altri, esemplari di tartaruga marina, varano, coccodrillo del Nilo e altri. Il titolare del negozio è stato denunciato alla procura di Arezzo in quanto privo di qualsiasi documento che attesti la legittima detenzione.

Commenti

commenti