“ADDIO” AMAZZONIA: L’AFRICA È IL NUOVO POLMONE VERDE DEL MONDO

“ADDIO” AMAZZONIA: L’AFRICA È IL NUOVO POLMONE VERDE DEL MONDO

157
CONDIVIDI

Da sempre le foreste assorbono l’anidride carbonica e liberano ossigeno ma la loro capacità di ripulire l’aria sta drammaticamente peggiorando, a causa del riscaldamento globale e del disboscamento. Come riporta Agi citando una ricerca sulla rivista Nature citata da Le Monde Afrique al momento il primo polmone verde del pianeta non è più l’Amazzonia bensì le foreste tropicali dell’Africa, che assorbono una quantità superiore di CO2. “Il picco di assorbimento del carbonio da parte delle foreste tropicali è stato registrato negli anni Novanta e da allora la loro capacità sta diminuendo”, avverte l’autore della ricerca, Wannes Hubau, professore presso il Museo reale dell’Africa centrale a Bruxelles. Lo studio ha monitorato – per 30 anni e a intervalli regolari – circa 565 aree forestali con una superficie media di un ettaro sia in Amazzonia che in Africa, mentre quelle asiatiche troppo residue non sono state prese in considerazione. Numeri alla mano, la capacità dell’ex primo polmone verde del pianeta in America latina è diminuita di un terzo in 20 anni e da qui al 2040 potrebbe anche emettere più CO2 di quanta ne assorba.

(Foresta pluviale del Madagascar. Foto di repertorio)

Commenti

commenti