STUDIO: MICROPLASTICA CREA GRAVI DANNI RESPIRATORI AI PESCI

STUDIO: MICROPLASTICA CREA GRAVI DANNI RESPIRATORI AI PESCI

18
CONDIVIDI

Aneurismi, l’erosione degli strati superficiali e altri gravi danni alle branchie: è quanto provoca, nei pesci, l’esposizione costante alle microplastiche in mare, che danneggia gli apparati riproduttivi e respiratori, aumentando anche la produzione di uova, segno che i prodotti chimici che vi sono contenuti potrebbero agire come interferenti endocrini. Come riporta Ansa a dirlo è uno studio realizzato da un team di ricerca cinese e statunitense che è stato pubblicato su Plos One. Le microfibre sono in poliestere, polipropilene e altri tipi di plastica e vengono perse o lavate via da tessuti sintetici usati nell’abbigliamento e in altri prodotti di consumo e industriali. Entrano nelle acque reflue e si accumulano nei mari, negli oceani, nei fiumi e nei laghi di tutto il mondo, rappresentando in alcune aree oltre il 90% dell’inquinamento da microplastica.

Commenti

commenti