AFRICA, IUCN: MENO RISCHIO ESTINZIONE PER IL RINOCERONTE NERO

AFRICA, IUCN: MENO RISCHIO ESTINZIONE PER IL RINOCERONTE NERO

20
CONDIVIDI
rinocerontenero.jpg

Fra i vari allarmi legati al coronavirus, finalmente arriva una buona notizia per l’ambiente: come risultato di una più efficace lotta al bracconaggio è in costante aumento il numero di rinoceronti neri in Africa. Come riporta Agi – citando il rapporto diffuso dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn) – negli ultimi 6 anni è costantemente aumentata la popolazione di ‘black rhinos’, ad un ritmo medio annuo di 2,5%, passando cosi’ da 4.845 a 5.630 esemplari in natura. Le proiezioni scientifiche a breve termine prevedono, tuttavia, un rallentamento del tasso di crescita e gli esperti ribadiscono la necessità di proseguire gli sforzi portati avanti negli ultimi anni. “Il recupero continuo e lento delle popolazioni di rinoceronte nero è una testimonianza degli immensi sforzi compiuti nei paesi in cui si trovano le specie ed è un potente promemoria per la comunità globale: la conservazione funziona. Allo stesso tempo, è evidente che non c’è spazio per l’autocompiacimento poiché il bracconaggio e il commercio illegale rimangono minacce gravi” ha dichiarato Grethel Aguilar, direttore generale dell’Iucn. Della lista rossa dell’organizzazione internazionale fanno parte 116.177 specie, di cui 31.030 sono a rischio estinzione.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti