PAC, COMMISSIONE UE:MISURE CONTRO LA PERDITA DI BIODIVERSITÀ

PAC, COMMISSIONE UE:MISURE CONTRO LA PERDITA DI BIODIVERSITÀ

21
CONDIVIDI
agricoltura.jpg

“I pagamenti diretti erogati nell’ambito della Politica agricola comune (Pac) sono concessi per sostenere il reddito degli agricoltori e non sono destinati a specifici tipi di produzione, in quanto circa il 90% dei pagamenti è ‘disaccoppiato’ dalla produzione. Tutti gli agricoltori che ricevono pagamenti diretti devono rispettare le norme e i requisiti relativi all’ambiente, alla salute e al benessere degli animali che sono coperti dalle regole della condizionalità. Quasi il 62% dei terreni coltivabili dell’Ue è soggetto all’obbligo di diversificazione delle colture, vantaggioso per l’ambiente, derivante dall’inverdimento. I terreni esentati si trovano per lo più in piccole fattorie o in aziende agricole biologiche”. Come riporta Public Policy/Policy Europe Janusz Wojciechowski, commissario europeo per l’Agricoltura, in un’interrogazione di Monika BeHová, eurodeputata slovacca del gruppo S&D (Socialisti e democratici). “Più in generale, almeno l’80% della superficie agricola utilizzata totale dell’Ue è gestita con specifiche pratiche ambientali e climatiche legate alla Pac, molte delle quali favoriscono la biodiversità. Secondo i dati disponibili, la biodiversità dei terreni agricoli dell’Ue sta diminuendo. L’attuale Pac comprende una serie di misure che possono contribuire a contrastare questa tendenza, in particolare misure di sviluppo rurale (ad esempio, misure agroambientali, sostegno all’agricoltura biologica, pagamenti Natura 2000, investimenti non produttivi, trasferimenti e consulenza), nonché l’inverdimento”.

Commenti

commenti